Seminario di Kendo con Ishii Katsuyoshi 8° dan Kyoshi – Modena

Domenica, in quel di Modena, si è svolto il seminario di Ishii sensei. Il maestro Ishii ha confermato la splendida impressione che ci aveva fatto a Novara, dove – grazie agli amici del Kenyukai – abbiamo avuto modo di apprezzare la sua giovialità e la sua perizia tecnica.

Nella mattinata di domenica abbiamo affrontato le tecniche base (men, kote, do) e le tecniche di oji waza (debana soprattutto ma anche suriage e kaeshi in tutte le salse immaginabili), ponendo profonda attenzione ai dettagli: un buon seme, il corretto ‘tempismo’ e la corretta velocità delle azioni, il movimento preciso dei piedi, il giusto ‘ tocco’ dello shinai nelle differenti tecniche, la presenza o l’assenza del fumikomi nelle varie occasioni.

modena1

Dopo una breve pausa pranzo, in cui il maestro Katsuyoshi ha tenuto banco parlando oltre che di kendo ovviamente anche di questioni più ‘umane’ (buon cibo e buon vino, il suo Giappone e i suoi amatissimi animali domestici) siamo tornati in dojo, per affrontare un lungo pomeriggio di geiko.

modena2

Dopo due giri di kirikaeshi infatti, siamo partiti con mezz’ora di mawarigeiko. Un quarto d’ora di agognata pausa e via, si è ricominciato con altri 40 minuti sempre di mawarigeiko e 20 minuti di jigeiko libero. Tutti abbiamo avuto modo di incontrare almeno una volta il maestro (fare jigeiko con ogni praticante presente è infatti per Ishii Katsuyoshi una priorità assoluta), e ad ognuno di noi egli ha suggerito un paio di punti su cui lavorare con attenzioni – pochi punti ma buoni, importanti – e  quel suo largo e umanissimo sorriso, che non siamo poi così abituati a vedere in maestro giapponese.

Ishii sensei, che oltre ad essere 8° dan Kyoshi di kendo è anche 8° dan kyoshi di jukendo e 8° dan janshi di tankendo, ha anche dato una piccola dimostrazione di tankendo, disciplina quasi sconosciuta in Italia. Siamo restati a guardare affascinati e incuriositi, e abbiamo strappato la mezza promessa che, forse, la prossima volta che passerà in Italia terrà un piccolo seminario ad hoc.

Non ci resta che ringraziare:

  • il Modena kendo club, che ha ospitato e ci ha accolti con quel calore tutto emiliano
  • il Musokan kendo club di Bologna, per l’affetto e l’amicizia che – da sempre – li distingue
  • tutti i compagni d’arme, quelli vecchi e quelli ‘nuovi’
  • e ovviamento il maestro Ishii, per il bel kendo che ci ha regalato e per la grande lezione di umanità e di umiltà.

modena5

Grazie a tutti, arrivederci alla prossima!

 

 

 

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...