Kendo Tricks, ovvero come salvare il porcellino indaco

Le feste si avvicinano, i vostri compagni di dojo stanno scrivendo la letterina a Sensei Natale, ma voi state spendendo tutto per regali e dolci, come fare per risparmiare? xmasnagigraphic

Ecco alcuni semplici consigli da perfetti spilorci per i neofiti del Kendo.

  • Il Gi sbiadito, grazie a Coloreria Italiana (tonalità Blu notte), può essere rinnovato alla modica cifra di 6€ o meno;
  • Avete un amico o parente che vi regala il Gi biancho di Judo o Aikido? Cucite i nastrini di chiusura, ritingete il tutto e otterete un ottimo indumento da allenamento;
  • Gli shinai datati immergeteli in acqua tiepida per pochi minuti, in assenza di vasca sufficientemente grande fateci la doccia assieme (bagnandoli bene), metteteli con la punta in basso e lascitateli asciugare in casa per un paio di giorni. Ciò gonfierà il bamboo ed eviterà scheggie future;
  • Tsuru, tsukagawa o ogni altro componente con meno di 5€ può essere sostituito e investendo qualcosa in più possiamo migliorarlo;
  • Non comperate l’olio per shinai, è costoso e non confortevole (spruzzandolo vi inzozza il pavimento 😦 ), ma se proprio vogliamo prendere dell’olio meglio optare per quello di semi del supermercato: lo usa tutto il dojo per diversi anni e puoi friggere le patatine durante il Kendo-Friday*;
  • Acquistate la crema per le mani e spalmatela, senza esagerare, ogni due-tre mesi sulla pelle dei kote: oltre ad essere più piacevole al tatto e puzzare meno, ne allunga la vita evitando rotture premature. Occhio che per due giorni avrete una presa meno efficacie;
  • Men-Kote-Do himo (ovvero i lacci) sono tutti uguali, quindi evitate quelli definiti “deluxe”, tanto non noterete la differenza durante la pratica;
  • I borsoni porta-bogu sono tendenzialmente costosi e avvolte poco pratici, ma se non avete timore di farvi due risate, potete ricorrere al furoshiki: una vecchia tovaglia (magari pulita) di almeno 1 metro x 1 metro, annodata ai quattro angoli trasporterà l’armatura e la divisa senza molti problemi, per il resto uno zainetto va più che bene;
  • ultimo, ma non meno importante, il seconda mano può sempre tornare utile: chiedete ai vostri compagni di dojo o visitate il gruppo di Facebook apposito (Il mercatino del Kendo), magari si spunta un buon prezzo su un prodotto di vostro interesse, ed il venditore sarà felice di aver recuperato parte della spesa.

 

E’ importante ricordare che una manutenzione minima, ma costante riduce l’usura degli shinai: controllate la presenza di scheggie prima e dopo la lezione (alla luce del sole), riportare in tiro lo tsuru appena si affloscia, non teneteli vicino ai termosifoni o ai caminetti e nemmeno sul balcone durante l’inverno. Alcuni trovano utile riporli nei sacchetti di plastica, così da mantenere l’umidità costante.

 

 

*il venerdì sera dedicato a gozzovigliare con i compagni di dojo: utile per bere infinita birra, fare shiai di rutto libero, sistemare l’attrezzatura in compagnia o semplicemente divorare schifezze con la scusa di “fare spogliatoio e fare gruppo”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...